Dermatite atopica nei bambini: cause, consigli e… la mia soluzione, Laevia!

Dermatite atopica nei bambini: cos’è?

La dermatite atopica è molto diffusa nell’età infantile e solitamente riguarda circa il 30% dei bambini dai tre mesi fino all’età adolescenziale e consiste in un’infiammazione della pelle.

L’insorgenza della dermatite atopica deriva da una combinazione di fattori ereditari con fattori esterni quali clima freddo, abiti sintetici o cibi non tollerati.

La pelle è molto delicata e particolarmente irritabile, si secca facilmente e, a causa di questo, gli allergeni superano le difese dell’organismo irritando così la cute.

La pelle, a questo punto, deve trovare il modo di autodifendersi attuando delle reazioni che possono essere prurito, pizzicore e infiammazione.

Come si cura la dermatite atopica: consigli e accorgimenti:

La dermatite atopica purtroppo non si sconfigge in pochi giorni ma affligge i bambini dalla nascita fino all’età adolescenziale.

È possibile però adottare degli accorgimenti per rendere la loro vita meno stressante e più agevole, ad esempio:

– Evitare la lana a diretto contatto con la pelle e privilegiare il cotone o il pile in inverno;
– evitare la piscina come sport;
– evitare che il bambino sudi molto;
– cambiare spesso il pannolino ai neonati per evitare umidità che peggiorano l’eczema;
– tagliare le unghie molto corte per evitare di peggiorare le lesioni con il grattarsi;
– per il lavaggio degli indumenti utilizzare detergenti biologici ed evitare ammorbidente che contengono sostanze irritanti;
– fare la doccia o il bagno con una temperatura di 37° C e per tempi non prolungati;
– dopo il bagno asciugare delicatamente e senza strofinare con teli di cotone;
– un’ adeguata esposizione al sole aiuta;
– idratare spesso tutto il corpo (anche le zone apparentemente sane)
– fare attenzione al cibo e alle eventuali allergie alimentari.

Come si cura la dermatite atopica?

Ad oggi non esistono farmaci e trattamenti cosmetici che curino in modo definitivo la dermatite atipica ma esistono prodotti che svolgono un’azione antibatterica e controllano la disidratazione della cute.Per fare questo devono essere prodotti calmanti privi di conservanti artificiali, allergeni e parabeni.

Una linea studiata ad hoc per questo disturbo è proprio Leavia.
Laevia, infatti, è un brand veronese che pensa solo alla pelle sensibile dei neonati e di chi soffre di Dermatite Atopica.

Io col mio piccolo ho iniziato a fare un vero e proprio percorso che consiste in 3 fasi:

FASE 1: reidrato la sua pelle con un bagno di 10 min con i sali da bagno di Laevia, ricchi di cloruro di magnesio, cloruro di sodio allantoina e urea. È consigliato farlo almeno 2/3 a settimana.

FASE 2: detergo delicatamente la sua pelle per eliminare agenti irritanti, batteri e allergeni con il bagno doccia o l’olio detergente Laevia.

FASE 3: ripristino l’effetto barriera della sua pelle utilizzando le creme. La crema grassa o la crema magra Laevia, entrambe ricche di Ceramide3, acido jaluloronico, vitamina E, Glicerina Vegetale e pantenolo, che calmano il rossore e la sensazione di prurito grazie a acido glicemico, bisabololo e olio di Vinaccioli dell’uva.

La crema magra Laevia è indicata per i periodi più caldi e per la fase acuta della malattia mentre la crema grassa di Laevia è indicata per i periodi più freddo e per le fasi di remissione.

Se vi va di provarla, da oggi fino al 12 aprile, inserendo il codice SARALUNA10 avrete uno sconto immediato del 10% sugli ordini di almeno 20,00€!!

Fatemi sapere!