Da oggi i seggiolini anti-abbandono sono obbligatori: scatta il rischio multa

seggiolini anti-abbandono

Essere genitori non è mai facile, ancor meno quando a complicarlo interviene la legge. Nella giornata di oggi, 7 novembre, il Ministero dell’Interno ha deciso di far entrare in vigore l’obbligo dei seggiolini anti-abbandono. La diretta conseguenza? A partire da oggi tutti coloro che dovessero essere fermati non essendo dotati del dispositivo di sicurezza per il seggiolino del bambino potrebbero prendere la multa. La notizia ci coglie di sorpresa tutti, considerato che inizialmente sarebbe dovuta entrare in vigore a partire dal 6 marzo 2020, come riporta Giornalettismo. Cosa succede adesso?

Da oggi multa a chi non ha i seggiolini anti-abbandono, spunta proposta per lasciare più tempo alle famiglie

La questione seggiolini anti-abbandono ha fatto esplodere la polemica sui social. A parlarne è anche Marianna Madia, politica italiana, che ha annunciato di voler presentare un emendamento per garantire alle famiglie tempi ragionevoli per l’acquisto dei dispositivi senza rischiare immediate sanzioni. Del resto il pensiero ha sfiorato tutti noi, cari genitori: la sicurezza dei bambini prima di tutto, ma dobbiamo avere il tempo materiale per dotarci dei seggiolini in questione.

La circolare pubblicata in data 6 novembre dal Ministero degli Interni parla chiaramente: da oggi chi viene fermato e beccato senza seggiolini anti-abbandono prenderà la multa. Il problema maggiore è che, attualmente, nei negozi fisici e online non ci sarebbe un numero di prodotti sufficiente per coprire la necessità di tutte le famiglie italiane con bambini di età inferiore a 4 anni che devono obbligatoriamente dotarsene. L’anticipo inatteso dovrebbe comunque essere gestito in maniera ragionevole dal Governo, come annunciato da Marianna Madia, così da evitare che i genitori incorrano in sanzioni ingiuste. La multa seggiolino anti-abbandono può andare dagli 81 euro ai 326 euro. Oltre alla sanzione in termini di denaro al genitore verranno anche levati 5 punti sulla patente fino ad arrivare alla sospensione temporanea della stessa in caso di situazione recidiva nell’arco di due anni.

Come funziona il seggiolino anti-abbandono?

Come funzionano i seggiolini anti-abbandono? Si tratta di montare sul seggiolino un dispositivo che si attiva automaticamente e che è dotato di un allarme in grado di avvisare il conducente della presenza del bambino in macchina sia tramite segnali visivi e acustici che tramite segnali visivi e tattili. L’avviso è percepibile sia all’interno che all’esterno del veicolo. In alcuni casi i dispositivi anti-abbandono installati sul seggiolino sono anche dotati di un sistema di comunicazione automatico per l’invio di messaggi o di chiamate. Il dispositivo anti-abbandono può essere integrato all’origine nel seggiolino o in dotazione base o accessoria di un veicolo; può anche essere un sistema indipendente dal seggiolino e dal veicolo.

Seggiolino anti-abbandono: quanto costa e contributi

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha reso noto che ci saranno delle agevolazioni per l’acquisto del dispositivo di sicurezza per i seggiolini. Il contributo economico sarà di 30 euro per ogni dispositivo acquistato fino ad esaurimento dei fondi investiti per questo scopo. Ancora non è spiegato chiaramente come si può accedere al bonus seggiolini anti-abbandono. Il mio consiglio, cari genitori, è tenere da parte la ricevuta d’acquisto; in questo modo sarà possibile fare domanda bonus seggiolini anti-abbandono non appena verranno chiarite le modalità per richiederlo. Il prezzo seggiolino anti-abbandono varia in base a quanto è sofisticato il dispositivo acquistato. Si può trattare di un seggiolino integrato o di un dispositivo che ha a che fare con la macchina.

Cari genitori, per ora è tutto. Per qualunque dubbio non esitate a domandare il mio aiuto. Nei prossimi giorni qui sul blog troverete tutti gli aggiornamenti sui seggiolini anti-abbandono.